PugliaUn luogo da scoprire e da gustare

San Severo

San Severo

 

 

DOP - Denominazione di Origine Protetta

Luogo di origine

San Severo - (Foggia)

 

Il San Severo DOP viene prodotto, oltre che nel territorio di San Severo, nei territori di Torremaggiore, Salsola, Vulganello, San Paolo Civitate e parte dei territori di Apricena, Poggio Imperiale, Lesina e Lucera, tutti parte della provincia di Foggia.

Il San Severo DOP Rosso e Rosato prevedono l'uso di uve Montepulciano e, in minore percentuale, di uve Sangiovese. Possono concorrere anche uve di vigneti quali Nero di Troia, Merlot e Malvasia nera per un massimo del 15%.

Il San Severo Merlot, sia Rosso che Rosato, ed il San Severo Nero di Troia, sono costituiti dallo stesso vitigno che ne da il nome e, in una percentuale non superiore al 15%, da uve a bacca nera di produzione locale.

Il San Severo Bombino Bianco, il San Severo Trebbiano Bianco ed il San Severo Falanghina prevedono una percentuale minima del 85% del vitigno che ne da il nome. La rimanente parte può essere costituita da vitigni a bacca bianca di produzione locale.

Il Bianco San Severo si produce prevalentemente da uve Bombino Bianco e Trebbiano con l'aggiunta di Malvasia Bianca e Verdeca.

Il San Severo 'Riserva' richiede un periodo minimo di invecchiamento di 18 mesi. Del San Severo vengono anche prodotti il Frizzante, lo Spumante ed il Novello.

Vigneti principali usati per produrre San Severo DOP:

 

Il San Severo DOP viene prodotto in diverse tipologie: Bianco, Bianco Frizzante, Spumante, Bombino, Bombino Bianco Spumante e Bombino Bianco Frizzante; Malvasia Bianca di Candia, Falanghina, Trebbiano.

Il Rosso può essere anche Novello, Riserva, Merlot, San Giovese e Nero do Troia.

Il Rosato può anche essere Frizzante, Sangiovese Rosato e Nero di Troia Rosato.

I vini Sangiovesi sono dei vini dal gusto asciutto ed armonico. I rossi sono più corposi e tannici al punto giusto. I Rosati sono molto gradevoli. I Bianchi sono dei vini asciutti, dall'aroma fresco ed armonico.

Il San Severo Rosso DOP si serve ad una temperatura di 18 gradi.

Il San Severo Bianco DOP si serve ad una temperatura tra 10 e 12 gradi.

Il San Severo Rosato di serve ad una temperatura tra 12 e 14 gradi.

Abbinamenti

Il San Severo Rosso DOP si beve con primi piatti con sughi di carne, carne di maiale, salumi piccanti e formaggi ovini stagionati.

Il San Severo Bianco DOP si abbina bene ai primi piatti a base di pesce, secondi di pesce e latticini freschi e formaggi a breve stagionatura, come il Canestrato Pugliese.

Il San Severo Rosato si abbina bene a primi piatti a base di sughi di carne e carne di maiale.