PugliaUn luogo da scoprire e da gustare

Gravina

Gravina

 

 

DOP - Denominazione di Origine Protetta

Luogo di origine

Gravina di Puglia - (Bari)

 

Il Gravina DOP viene prodotto oltre che nel territorio della città di Gravina, in quello di Poggiorsini ed in alcune parti dei territorio dei comuni di Altamura e Spinazzola.

È diffuso soprattutto nella versione Bianco e Spumante, ed è costituito prevalentemente da vitigno Greco e da Malvasia Bianca per una percentuale di almeno il 50%. Tra gli altri vitigni che possono concorrere alla sua produzione ci sono il Fiano, Verdeca, Chardonnay e Bianco di Alessano, insieme o singolarmene per un massimo del 30%.

Le altre versioni meno diffuse, quello Rosso e Rosato, prevedono l'uso del Primitivo, almeno 20%, e del Montepulciano, almeno 40%. La versione Passito si ottiene con Malvasia Bianca al 100%.

Vigneti principali usati per produrre Gravina DOP:

 

Il Gravina Secco DOP è un vino bianco, secco, fresco ed armonico di un colore tendente al verdolino.

Il Gravina Spumante ha un sapore vivace ed armonico e un colore giallo con riflessi verdolini.

Il Gravina Passito è un vino dal colore giallo dorato, odore intenso e sapore vellutato, amabile e dolce.

Le caratteristiche del Gravina Rosso sono quelle di un vino rosso rotondo, armonio e secco nel sapore.

Il Gravina Secco DOP si serve ad una temperatura tra 8 e 12 gradi.

Il Gravina DOP Spumante si serve ad una temperatura di 8 gradi.

Abbinamenti

Il Gravina Secco DOP si abbina bene a sughi leggeri a base di pesce, fritture di pesce ed a latticini freschi.