PugliaUn luogo da scoprire e da gustare

Carciofo brindisino

Carciofo brindisino

 

 

IGP - Indicazione Geografica Protetta

Luogo di origine

Brindisi

 

Il carciofo Brindisino viene coltivato nei territori dei comuni di Brindisi, Mesagne, San Vito dei Normanni, Carovigno ed altri paesini nella provincia di Brindisi.

Le qualità del carciofo brindisino erano già rinomate nel XVIII secolo. È, infatti, un ortaggio di grande pregio grazie ad alcune particolari caratteristiche: è molto tenero, carnoso e gustoso, di sapore dolce e con uno scarso contenuto di fibre.

Le qualità di questo carciofo sono dovute anche alle caratteristiche climatiche della zona di Brindisi: un'area con un clima temperato mai troppo freddo, perché influenzato dall'umidità del vicino mare, e dal terreno di tipo sabbioso e calcareo, ricco di potassio.

 

Grazie alle tecniche di coltivazione messe a punto dagli agricoltori locali, questo carciofo è un prodotto precoce che permette di essere messo sul mercato già dalla fine di ottobre.

Il carciofo deve essere conservato in luoghi freschi, coperti ed arieggiati. È facilmente deperibile, per questo il trasporto e la lavorazione del prodotto vengono fatti nella stessa zona di produzione.

Grazie alle sue caratteristiche questo carciofo può essere consumato anche crudo, ma è ottimo anche per la conservazione sott'olio.

A questo carciofo sono dedicate due sagre a ricorrenza annuale: una nel mese di Febbraio, che si tiene nella città di Brindisi e, un'altra, nel mese di Aprile, che si svolge nel cuore nella città di Mesagne.