PugliaUn luogo da scoprire e da gustare

Capperi del Gargano

Capperi del Gargano

 

 

PAT - Prodotto Agroalimentare Tradizionale

Luogo di origine

Gargano - (Foggia)

 

Il Cappero del Gargano è una varietà autoctona tipica della zona del Gargano dove vegeta spontanea insieme alla macchia mediterranea e nelle pinete.

È molto diffusa lungo la fascia costiera del promontorio nel comune di Mattinata, ma anche nelle zone di Monte Sant'Angelo, San Giovanni Rotondo e Rignano Garganico.

È un pianta dalle forti caratteristiche aromatiche, di tipo cespuglioso e con foglie spesse. Cresce sui muri, sulle rupi calcaree, nelle falesie e sui terreni.

I capperi del Gargano sono piuttosto piccoli e sono caratterizzati da un colore verde intenso.

 

Nella zona del Gargano non esiste una vera coltivazione delle piante del cappero, la raccolta del cappero avviene, infatti, sulle piante che crescono spontanee.

Si trovano due tipi di piante di capperi: una con spine ed un'altra senza.

I capperi crescono sulla pianta da maggio fino a settembre e devono essere raccolti prima che fioriscano.

Una volta raccolti si mettono in salamoia, si ricoprono con sale marino grosso e si mescolano di tanto in tanto.

Successivamente possono essere conservati in contenitori di vetro ermetici.

I capperi sono molto usati nella cucina pugliese per esaltare e aromatizzare alcuni tipi di piatti.

Vengono usati nel sugo di pomodoro fresco oppure per farcire secondi piatti di carne e pesce.