PugliaUn luogo da scoprire e da gustare

Olio Extravergine di Oliva Terre Tarentine

Olio Extravergine di Oliva Terre Tarentine

 

 

DOP - Denominazione di Origine Protetta

Luogo di origine

Taranto

 

La produzione dell'olio di oliva nella zona del tarantino è molto antica. Si ritiene, infatti che la prima coltivazione e produzione risalga al periodo della presenza dei Messapi, già nell'anno 1000 a.C. Molti reperti, come macine e presse, ritrovati in grotte sparse in tutto il territorio, ne testimoniano la sua produzione.

La zona di produzione dell'olio extravergine di oliva Terre Tarantine DOP comprende i comuni di Ginosa, Laterza, Castellaneta, Palagianello, Palagiano, Mottola, Massafra, Crispiano, Statte, Martina Franca, Monteiasi e Montemesola.

La Denominazione di Origine Protetta viene riservata ad oli extravergine prodotti con varietà di olive Leccina, Coratina, Ogliarola e Frantoio per una percentuale non inferiore all'80%. La rimanente percentuale, e comunque non superiore al 20%, può essere costituita da altre varietà coltivate nelle stesse zone di produzione.

 

La produzione di quest'olio deve rispettare alcuni requisiti, tra questi:

- le olive devono essere raccolte entro il 31 gennaio;
- la raccolta deve avvenire direttamente sulla pianta;
- l'intervallo di tempo tra la raccolta e la macinazione non deve essere superiore a 72 ore;
- l'estrazione dell'olio può essere effettuata solo con processi meccanici che sono in grado di produrre olio senza alterarne le caratteristiche;
- l'acidità massima totale non può essere superiore allo 0,6%.

L'olio DOP Terre Tarantine ha un colore giallo verde, un odore fruttato medio, ed un sapore amabile, con una leggera sensazione di amaro e di piccante.

Abbinamenti

L'olio DOP Terre Tarentine si accompagna bene a primi piatti a base di verdure, a piatti di pesce, pasta e carne.