PugliaUn luogo da scoprire e da gustare

Clementina del Golfo di Taranto

Clementina del Golfo di Taranto

 

 

IGP - Indicazione Geografica Protetta

Luogo di origine

Golfo di Taranto - (Taranto)

 

La Clementina del Golfo di Taranto è un prodotto tipico dell'agricoltura della Puglia ed un prodotto di Indicazione Geografica Protetta, che garantisce qualità e provenienza.

La zona di produzione di queste clementine include i territori dei comuni di Palagiano, Massafra, Ginosa, Castellaneta, Palagianello e Statte.

Questa clementina, un incrocio tra un arancio ed un mandarino, fu creata nei primi del novecento dal sacerdote Pierre Clement, da cui il nome, e diffusasi verso la metà del secolo in tutta Italia. Anche se altri ritengono che la clementina sia di provenienza orientale e di origine molto più antica.

Ha una forma leggermente schiacciata, con una buccia di colore arancio, leggermente rugosa ed una polpa molto succosa, di colore arancio e con pochi semi. Ha un sapore dolce ed un aroma intenso e persistente.

 

La zona di produzione della clementina risente molto del clima caldo, soleggiato e poco umido dell'area che si affaccia sul golfo di Taranto. È un ambiente unico che conferisce al prodotto caratteristiche qualitative eccellenti.

L'albero delle clementine fiorisce lentamente. Il frutto viene raccolto a mano con uso di forbici, scegliendo solo i frutti asciutti.

Le clementine sono ricche in vitamine, antiossidanti e minerali, ideali per prevenire problemi ai denti ed alle gengive.

Questa clementina può essere consumata al naturale, oppure può essere impiegata per la preparazione di sorbetti, liquori, sciroppi succhi e marmellate.

Ogni anno, nel mese di Dicembre e per un'intera settimana, si tiene a Palagiano la "Sagra della clementina".