PugliaUn luogo da scoprire e da gustare

Prosciutto di Faeto

Prosciutto di Faeto

 

 

PAT - Prodotto Agroalimentare Tradizionale

Luogo di origine

Faeto - (Foggia)

 

Faeto, un piccolo centro situato nell'area del Sub Appennino Dauno Meridionale, in provincia di Foggia, è il borgo dove questo famoso prosciutto viene prodotto ancora secondo metodi antichi.

Il maiale nero, usato per la produzione del prosciutto crudo, viene allevato allo stato brado e secondo il metodo biologico con bacche, ghiande e granturco. Questo tipo di alimentazione conferisce al prosciutto il suo eccellente gusto e sapore.

Il prosciutto di Faeto è costituito dalla coscia di maiale, in genere di un peso che va da 9 a 12 kg, salato a secco e pressato con massi di pietra.

 

Il prosciutto, una volta salato a secco e pressato, viene stagionato per 4 mesi. Passato questo periodo viene cosparso di farina mista a strutto, pepe e peperoncino.

La stagionatura avviene in località non inferiori ai 700 metri dal livello del mare ed in presenza di particolari condizioni di umidità che ne garantiscono un processo di stagionatura lento, che deve essere di almeno 12 mesi.

Il prosciutto di Faeto si mangia a fettine sottili e può essere usato nelle ricette oppure nella preparazione di deliziosi panini imbottiti.

Ogni anno, ed ogni prima domenica di agosto, si svolge la Sagra del Prosciutto di Faeto, una manifestazione gastronomica di particolare interesse dove è possibile gustare questo prodotto direttamente dai produttori.

Abbinamenti

Il Prosciutto di Faeto si abbina bene al Matino Rosso DOP ed all'Ostuni Ottavianello DOP.