PugliaUn luogo da scoprire e da gustare

Lecce

Lecce palazzo Celestini, Puglia

Lecce è giustamente considerata come una delle capitali del barocco, uno stile che a Lecce ha raggiunto un livello senza pari grazie all'abilità con cui architetti e scalpellini locali hanno saputo lavorare la pietra locale. Ma, Lecce, non è solo Barocco, la città fa mostra di sé anche con i suoi resti archeologici risalenti sia al periodo messapico che al periodo romano.

Sono molte le chiese, i palazzi ed i resti archeologici da visitare. Il cuore artistico della città di Lecce è Piazza Duomo.

Piazza Duomo

Lecce la citta' barocca

Luoghi in Puglia: Lecce, la città barocca

Scarica la nostra guida per apprezzare l'arte e divertirti a Lecce.

Cosa trovi all'interno: la storia di Lecce con tutti i monumenti da visitare, le chiese, i palazzi, i resti archeologici. Inoltre Il territorio con le spiagge, la natura protetta. La dolce vita a Lecce: i migliori ristoranti, pubs, bars e night bars. Info utili. Tutto quello che vuoi sapere su Lecce con 4 mappe a colori. E-book per Kindle, Ipad, Iphone, Smart phones, Tablet, PC e Mac.

Scaricala da Amazon.it

In piazza Duomo si trovano alcuni monumenti importanti, tra cui:

Il Duomo

È una cattedrale particolare perché ha due facciate, una frontale, non visibile immediatamente quando si entra nella piazza, ed una laterale, che al contrario colpisce l'occhio appena si entra nella piazza.

Il prospetto laterale è di stile seicentesco ed ha, come punto centrale, la statua di Sant'Oronzo, posta in alto al portale, con al lato le statue di San Giusto e San Fortunato. L'ingresso principale, invece, ha uno stile sobrio e mostra la ripartizione interna in tre navate. Molto bello l'interno con dodici altari di stile barocco.

Il Campanile

Questa torre campanaria è alta 72 metri ed ha una forma quadrata su cinque livelli dove, sull'ultimo dei quali, si trova una cupola ottagonale, sulla quale è posta una statua in ferro di Sant'Oronzo.

Il Palazzo Vescovile

Palazzo risalente al XV secolo, fatto costruire da monsignor Girolamo Guidano, vescovo di Lecce, tra il 1420 ed il 1425. L'attuale facciata, risalente al 1758, in perfetto stile barocco, è basata su un disegno dell'architetto Emanuele Manieri.

Il Palazzo del Seminario

È tra i più importanti monumenti dell'architettura barocca pugliese, fu costruito tra il 1694 ed il 1709, su un progetto dell'architetto e scultore Giuseppe Cino. All'interno del cortile si trova il pozzo, conosciuto anche come Vera Ovale

Piazza Sant'Oronzo

Un'altra piazza molto importante di Lecce è piazza Sant'Oronzo. La piazza prende il nome dal Santo Patrono di Lecce, Oronzo, che viene festeggiato dalla città tra il 24 ed il 26 agosto, con varie manifestazioni. Sono presenti qui alcuni importanti monumenti:

L'Anfiteatro Romano

Questo anfiteatro, riportato alla luce tra il 1904 ed il 1940, è il monumento più espressivo dell'importanza che la città di Lecce raggiunse durante il periodo Romano, soprattutto tra il I ed il II secolo d.C.
Oggi si può vedere solo una parte di esso, il resto si trova al di sotto di importanti edifici secolari, situati nella piazza.

L'obelisco di Sant'Oronzo

Questa colonna era anticamente situata sul porto della città di Brindisi che, insieme ad un'altra ancora esistente, segnavano l'inizio della via Appia, antica strada romana. Quando questa crollò, il sindaco della città di Brindisi decise di donarla alla città di Lecce, anche se non senza l'opposizione della cittadinanza.

Il Palazzo del Sedile

Questo maestoso palazzo fu costruito nel XVI secolo, ad opera del sindaco Pietro Mocenigo, in sostituzione di una vecchia costruzione. Accanto al palazzo, si trova la chiesa di San Marco, costruita nel 1543, per volere della fiorente colonia di veneziani, residente nella città e, per questo motivo, dedicata a San Marco.

Chiesa di Santa Maria delle Grazie

È una chiesa di epoca barocca, costruita nel 1590, su un progetto del monaco teatino Michele Coluccio. La chiesa venne costruita in seguito al ritrovamento, in questo luogo, di un affresco della Vergine col Bambino del XIV secolo, oggi conservato all'interno.

La Chiesa di Santa Croce ed il Convento dei Celestini

Questi due bellissimi esempi del barocco leccese, che si trovano in via Umberto I, sono tra le strutture più ammirate di Lecce, per l'alto valore tecnico ed artistico raggiunto nel modellare la morbida pietra locale.

La Chiesa di Santa Croce

Nonostante la prima pietra per la costruzione di questa chiesa fu posata nel lontano 1353, i primi lavori cominciarono solo nel 1549 e si prolungarono per due secoli. Una prima fase, che terminò nel 1582, vide la costruzione della parte inferiore della facciata, soprattutto ad opera del Riccardi. Una seconda fase, iniziata nel 1606, vide la costruzione dei portali, grazie al lavoro dello Zimbalo. Solo successivamente, venne costruito il rosone, tra i più pregevoli e raffinati del barocco leccese, opera di Cesare Penna. Molto bello anche l'interno della chiesa con un raffinato altare maggiore, incorniciato da un maestoso portale.

Il Convento dei Celestini

Nel 1549, in seguito alla volontà di Carlo V di ampliare le mura e di fortificare il castello, fu abbattuto l'originario convento dei Celestini, situato nell'area occupata oggi dal castello e, i Celestini si stabilirono nell'attuale palazzo, che oggi ospita gli uffici della Prefettura e della Provincia di Lecce. Inizialmente costruito su un progetto del Riccardi, fu modificato nel 1600, ad opera dei due architetti leccesi Zimbalo e Cino.

Il Castello di Carlo V

Fu costruito per volere di Re Carlo V, su un preesistente baluardo principesco, risalente al Medioevo, precisamente all'epoca di Re Tancredi. I lavori di costruzione iniziarono nel 1539 ma, solo dopo dieci anni, furono terminate le cinta murarie e i bastioni, successivamente, furono decorati gli ambienti interni.

Un tempo, il castello era circondato da un fossato dove, l'ingresso principale, Porta Reale, e quello secondario, Porta Falsa o di Soccorso, erano protetti da ponti levatoi. Nel 1872, il fossato venne colmato e vennero eliminati i ponti levatoi.

Le antiche porte della città

Lecce ha tre antiche porte di accesso alla città: Porta San Biagio, Porta Napoli e Porta Rudiae.

Porta San Biagio

Questa porta costituisce l'entrata meridionale al nucleo urbano. Fu ricostruita nel 1774, per volere di Carlo V, su una preesistente porta pericolante. Al di sopra della porta, si può vedere una statua in pietra, raffigurante San Biagio in abiti vescovili.

Porta Rudiae

È la più antica delle porte di Lecce, così denominata, perché da essa partiva la strada che portava all'antica città di Rudiae. La porta è sormontata da una statua, che raffigura Sant'Oronzo.

Porta Napoli

È un arco del trionfo, realizzato in onore di Carlo V, che promosse la realizzazione della fortificazione difensiva della città. Fu così chiamato, perché portava dal centro storico verso la via consolare per Napoli.

I Palazzi

Bellissimi sono anche i palazzi, di varie epoche storiche e disseminati nel centro storico di Lecce. Tre questi ricordiamo:

Palazzo Carafa

È un palazzo situato a due passi da piazza Sant'Oronzo. Fu fatto costruire dal vescovo Alfonso Sozy-Carafa il quale affidò a Emanuele Manieri e Oronzo Carrozzo la costruzione di questo palazzo. Originariamente era un monastero e fu abitato da diversi ordini monastici, fino a quando, intorno al 1893, l'Amministrazione provinciale ne prese possesso.

Palazzo Adorno

Palazzo realizzato nel 1568, su un progetto del Riccardi. È un edificio caratterizzato da un prospetto asimmetrico con una facciata a bugnato liscio, in pietra leccese, ed una simmetrica alternanza di finestre.

Palazzo Palmieri

È un edificio con due fronti di periodi diversi, uno cinquecentesco ed uno settecentesco, che si affacciano rispettivamente, uno su via Palmieri e, l'altro su piazzetta Falconieri. La facciata di piazzetta Falconieri è di particolare interesse per i suoi balconi in stile rococò.

Palazzo Marrese

Elegante struttura situata in piazzetta Falconieri, ha una facciata divisa in due ordini, per mezzo di una lunga cornice, caratterizzata da mensole antropomorfe, che reggono una ringhiera.

Scopri le spiagge di Lecce qui >> Eventi a Lecce e dintorni >>

Luoghi vicino a Lecce

Otranto, Puglia

Otranto
 

La costa della Puglia da Ostuni a Santa Maria di Leuca

La costa da
Ostuni a Leuca

La costa della Puglia da Marina di Ginosa a Santa Maria di Leuca

La costa da
Ginosa a Leuca

Lecce: info utili

Uffici informazione turistica

Ufficio centrale
Indirizzo: Corso Vittorio Emanuele II, 24
Telefono: +39 0832 682985

Castello Carlo V
Indirizzo: viale XXV Luglio
Telefono: +39 0832 246517

Sedile Comunale
Indirizzo: Piazza Sant'Oronzo
Telefono: +39 0832 242099

Contatti

Email

Sito web comune di Lecce
comune.lecce.it

 

Luoghi in Puglia

Altri paesi da visitare in Puglia