PugliaUn luogo da scoprire e da gustare

La costa della Puglia da Ostuni a Santa Maria di Leuca

Costa adriatica Torre Guaceto Ostuni, Puglia

Da Ostuni a Brindisi

Lido Morelli

Lido Morelli è una lunga spiaggia sabbiosa parte della Parco delle Dune Costiere, situato tra il comune di Ostuni e Fasano. È una lunga spiaggia sabbiosa di particolare bellezza, con dune sabbiose ed un mare cristallino. Si possono trovare qui lidi organizzati per la balneazione come Lido bosco Verde e lo stesso Lido Morelli. Resta, comunque, che la maggior parte della spiaggia è a libero accesso e fruizione nel rispetto della natura.

  • Tipo di costa: sabbiosa
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Ostuni
  • Coordinate Lat-Long: 40.81186 - 17.521091 (40°48'42''N 17°31'15''E)

Il Pilone

Il Pilone, che prende il nome dalla sua torre costiera, è una spiaggia di sabbia fine circondata da scogliere ed immersa nella fitta vegetazione mediterranea. La parte interna della spiaggia è fitta di ginepri e altre piante tipiche della macchia mediterranea. A pochi metri dalla spiaggia si trova una zona campeggio attrezzata.

  • Tipo di costa: sabbiosa
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Ostuni
  • Coordinate Lat-Long: 40.805727 - 17.538430 (40°48'20''N 17°32'18''E)

Rosa Marina

Rosa Marina è un villaggio turistico la cui spiaggia è tipica della zona: sabbia fine, mare pulito, dune costiere e vegetazione mediterranea. Per la presenza del villaggio all'interno, è possibile raggiungere la spiaggia solo a piedi lungo la costa, sia da nord, tramite il Pilone, che da sud, dalla spiaggia di Quarto di Monte.

  • Tipo di costa: sabbiosa
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Ostuni
  • Coordinate Lat-Long: 40.797467 - 17.559834 (40°47'50''N 17°33'35''E)

Costa Merlata

Costa Merlata prende il nome dalla particolare conformazione della costa che è frastagliata, a forma di 'merlo'. È costituita da una serie di insenature con spiaggette circondate da vegetazione mediterranea. Si trova, qui, una spiaggia più grande dove sorge l'omonimo villaggio di Costa merlata con servizi e un bar sulla spiaggia. È una zona molto bella della costa del comune di Ostuni.

  • Tipo di costa: 30% sabbia - 70% scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso difficile
  • Comune appartenenza: Ostuni
  • Coordinate Lat-Long: 40.775225 - 17.646684 (40°46'30''N 17°38'48''E)

Torre Pozzella

Torre Pozzella è costituita da una serie di belle spiaggette inserite in delle piccole insenature circondate da scogli e vegetazione mediterranea. Un luogo che, grazie alla recente protezione, e possibile ammirare in tutta la sua bellezza.

  • Tipo di costa: 40% sabbia - 60% scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso difficile - Spiaggia grande accesso riservato
  • Comune appartenenza: Ostuni
  • Coordinate Lat-Long: 40.770220 - 17.662456 (40°46'12''N 17°39'44''E)

Torre Guaceto

Le spiagge di Torre Guaceto, che fanno parte dell'area protetta dal WWF, sono indubbiamente tra le più belle della Puglia. In tutta la zona protetta vi sono varie spiagge, alcune hanno il divieto di balneazione in quanto l'area protetta include anche una riserva marina di particolare importanza.

  • Tipo di costa: 80% sabbia - 20% scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: servizi organizzati
  • Comune appartenenza: Carovigno
  • Coordinate Lat-Long: 40.720044 - 17.775119 (40°43'12''N 17°46'30''E)

 

Da Brindisi a San Cataldo

Casalabate

Casalabate è un paesino sulla costiera adriatica a nord del comune di Lecce, a circa 22 km dalla città, con una torre del cinquecento, chiamata Specchiolla. La costa di Casalabate si estende per circa 2 km con insenature sabbiose, scogliere ed un mare pulito e cristallino. L'ascesso è libero per la maggior parte della costa, che fornisce, comunque, anche lidi attrezzati per la balneazione.

  • Tipo di costa: sabbiosa
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Lecce
  • Coordinate Lat-Long: 40.511080 - 18.104430 (40°30'39''N 18°6'16''E)

Torre Rinalda

Torre Rinalda prende il nome dal torrione d'avvistamento costruito nel 1500 che, sfortunatamente, è in stato di degrado. La costa, qui, è caratterizzata da spiagge prevalentemente sabbiose e con limpide e cristalline. Questa località è ben apprezzata per la balneazione.

  • Tipo di costa: sabbiosa
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Lecce
  • Coordinate Lat-Long: 40.480925 - 18.160606 (40°28'51''N 18°9'38''E)

Torre Chianca

La fascia costiera di Torre Chianca, che prende il nome dalla torre cinquecentesca presente sulla costa, è caratterizzata da lunghe spiagge con fondali bassi-sabbiosi e la presenza di due bacini, l'Idume ed il Fetida. A poca distanza dalla costa, visibili a sette metri di profondità, si possono ammirare dei reperti archeologici, tra cui delle colonne risalenti al II secolo d.C.

  • Tipo di costa: 90% sabbia - 10% scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Lecce
  • Coordinate Lat-Long: 40.468063 - 18.191591 (40°28'5''N 18°11'29''E)

Bacino di Acquatina

L'oasi naturalistica di Acquatina è una zona umida, con una superficie di 100 ettari, circondata da dune e macchia mediterranea. Il bacino è caratterizzato da tre grandi anse e da apporti d'acqua dolce della diramazione laterale del canale Giammateo, che raggiunge il mare dopo pochi metri. La cura della oasi è affidata al Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali dell'Università del Salento.

  • Tipo di costa: sabbiosa
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Lecce
  • Coordinate Lat-Long: 40.442984 - 18.237129 (40°26'34''N 18°14'13''E)

Frigole

Frigole è una delle località più belle della marina leccese. La sua spiaggia, infatti, immersa nel bellissimo paesaggio salentino, si presenta con una sabbia bianchissima ed un mare pulito e cristallino. La spiaggia è per la maggior parte, attrezzata con stabilimenti balneari.

  • Tipo di costa: 60% sabbia - 40% scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Lecce
  • Coordinate Lat-Long: 40.430311 - 18.253437 (40°25'49''N 18°15'12''E)

San Cataldo

San Cataldo è un piccolo porto turistico con una spiaggia tra le più frequentate della zona di Lecce. San Cataldo era un importante porto di scambio con l'Oriente durante il periodo romano, chiamato Porto Adriano, cosi chiamato perchÉ la sua costruzione fu voluta dall'Imperatore Adriano. Nelle vicinanze del faro, sono ancora visibili i resti archeologici di quell'antico porto.

  • Tipo di costa: 90% sabbia - 10% scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Lecce/Vernole
  • Coordinate Lat-Long: 40.390903 - 18.306008 (40°23'27''N 18°18'21''E)

Dalla Riserva Statale Le Cesine a Otranto

Torre Specchia Ruggeri

Appena a sud della Riserva Le Cesine (vedi Riserve naturali) si trova questo villaggio costiero abitato perlopiù durante i periodi estivi. Il posto prende il nome dalla torre costruita nel 1568. La costa è formata da scogliere basse, ricche di vegetazione mediterranea, tra le quali si trovano piccole baie sabbiose.

  • Tipo di costa: 30% sabbia - 70% scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Melendugno/Vernole
  • Coordinate Lat-Long: 40.323154 - 18.378411 (40°19'23''N 18°22'42''E)

San Foca

San Foca è una località costiera con un piccolo porto turistico del Salento ed un villaggio di pescatori che si anima soprattutto durante l'estate. Questo litorale della costa è formato da piccole insenature sabbiose con tratti rocciosi che si trovano sia nella parte nord che in quella a sud del porto di San Foca.

  • Tipo di costa: 20% sabbia - 80% scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Melendugno
  • Coordinate Lat-Long: 40.303149 - 18.403509 (40°18'11''N 18°24'12''E)

Roca Vecchia

Roca Vecchia, che prende il nome dalla torre presente sulla costa, è una bellissima località costiera abitata già in tempi antichi. Si sono trovate qui, infatti, tracce di popolazioni dell'età del bronzo, come anche di periodi successivi, dai messapi ai romani fino ai greci. La costa è costituita da insenature naturali con acque cristalline e canali percorribili. Si trovano qui le Grotte di Poesia, due grotte carsiche di straordinaria bellezza. In quella più piccola delle due sono state ritrovate iscrizioni sulle pareti, risalenti soprattutto al periodo messapico, che hanno permesso di stabilire che la grotta era un tempo usata come luogo di culto del dio Taotor.

  • Tipo di costa: scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Melendugno
  • Coordinate Lat-Long: 40.293706 - 18.420482 (40°17'37''N 18°25'13''E)

Torre dell'Orso

La spiaggia di Torre dell'Orso è una bellissima spiaggia delimitata da scogliere, costituita di sabbia fine, mare limpido e di una lunghezza di circa 800 metri. Lungo la scogliera a sud della spiaggia si trova la Grotta di San Cristoforo, dove sono stati rinvenuti antichi graffiti. Nel mare antistante la costa si trovano due faraglioni, vicini e molto simili, detti Le due Sorelle.

  • Tipo di costa: 40% sabbia - 60% scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Melendugno
  • Coordinate Lat-Long: 40.270920 - 18.431276 (40°16'15''N 18°25'52''E)

Alimini

Alimini è una Zona a Protezione Speciale situata lungo la costa dove si trovano due laghi, Alimini Grande ed Alimini Piccolo. La zona è uno dei luoghi naturali più pregiati del Salento, con un ecosistema che ospita varie specie animali e vegetali. Si trova qui un lungo tratto di spiaggia particolarmente sabbioso, caratterizzato da sabbia finissima e bianca.

Nella stessa zona si trova, inoltre, la Baia dei Turchi, zona selvaggia ed incontaminata, raggiungibile solo a piedi. Secondo la leggenda in questa baia sarebbero sbarcati i guerrieri turchi coinvolti nella battaglia di Otranto del XV secolo.

  • Tipo di costa: 80% sabbia - 20% scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Otranto
  • Coordinate Lat-Long: 40.200843 - 18.459385 (40°12'3''N 18°27'33''E)

Otranto

Otranto è un caratteristico paesino portuale, di origini messapiche e romane. Si estende attorno al castello e alla cattedrale normanna, di particolare interesse per il suo pregiato mosaico. Questo piccolo borgo fa parte del club 'I borghi più belli d'Italia', e riconosciuto come parte del Patrimonio Culturale dell'Unesco quale Sito Messaggero di Pace.

  • Tipo di costa: sabbiosa
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Coordinate Lat-Long: 40.148411 - 18.487194 (40°8'54''N 18°29'13''E)

Dal Faro della Palascia a Santa Maria di Leuca

Faro della Palascia

Procedendo a sud di Otranto si arriva al faro della Palascia. La posizione in cui si trova questo faro è il punto più ad oriente d'Italia ed il luogo ufficiale di demarcazione tra il mare Adriatico e quello Ionio.

  • Coordinate Lat-Long: 40.107399 - 18.519929 (40°6'26''N 18°31'11''E)

Porto Badisco

La spiaggia di Porto Badisco è racchiusa in una bellissima insenatura con un mare cristallino ed una costiera con vegetazione mediterranea. A Porto Badisco, nel 1970, fu scoperta una grotta, poi chiamata dei Cervi, con all'interno importanti dipinti, realizzati con guano di pipistrello, risalenti al neolitico, tra il VI ed il V secolo a.C.. Continuando in direzione sud, verso Santa Cesarea Terme, si trova un'altra grotta, la 'Grotta delle Striare', cioè grotta delle streghe.

  • Tipo di costa: sabbiosa
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Otranto
  • Coordinate Lat-Long: 40.081645 - 18.482259 (40°4'53''N 18°28'56''E)

Santa Cesàrea Terme

Santa Cesàrea Terme è una famosa zona caratterizzata dalla presenza di sorgenti termali di acque sulfuree che sgorgano in quattro grotte: Gattulla, Solfurea, Fetida e Solfatara. L'utilizzo delle acque termali in quest'area ha una origine antica, infatti, il primo sfruttamento delle acque solfuree e dei fanghi termali, risale al II secolo a.C.

  • Tipo di costa: prevalentemente scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso difficile
  • Coordinate Lat-Long: 40.031010 - 18.450051 (40°1'51''N 18°27'1''E)

Castro Marina

Castro Marina è centro peschereccio e balneare la cui linea costiera è rappresentata da insenature con scogliere ed un mare con un fondale di una bellezza unica. Lungo le pareti rocciose, infatti, su può ammirare una variegata fauna marina. Questo tratto di costa è famoso per le sue grotte costiere, tra cui ricordiamo:

La Grotta Zinzulusa. La grotta costiera di Zinzulusa, che si ritiene si sia formata per erosione marina durante il periodo del Pliocene, deriva il suo nome dal dialetto "zinzuli", cioè stracci, per la forma particolare degli stalattiti, che pendono dal soffitto della grotta come fossero stracci appesi, se visti alla luce del sole. Questa grotta si articola in tre parti:

- La prima, caratterizzata da una grande varietà di stalattiti e stalagmiti e numerosi fenomeni di crollo della volta; in questa parte si può osservare la prima importante manifestazione idrologica della grotta, 'La Conca'.

- La seconda parte, che si estende dalla Cripta sino all'ampia cavità denominata "Il Duomo", mostra una tipica morfologia erosiva risalente al Cretacico, qui, le stalattiti e le stalagmiti, diminuiscono, e non si osservano fenomeni di crollo.

- La parte terminale, che giunge fino a 160 metri oltre l'ingresso, ospita il piccolo bacino chiuso del Cocito.

La Grotta Romanelli. Grotta Romanelli è stata la prima grotta italiana a restituire resti d'arte dipinti sui muri, su osso e pietre con temi zoomorfi, risalenti al Paleolitico. La grotta è lunga 35 metri ed è costituita da un unico ampio vano aperto e visibile dall'esterno. Si accede dal mare ma l'ingresso al suo interno è vietato.

Le altre grotte presenti nell'area sono la Grotta Titunna, la Grotta Titunneddra, la Grotta Striare e la Grotta Palummara.

  • Tipo di costa: scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso difficile
  • Comune appartenenza: Castro
  • Coordinate Lat-Long: 40.000772 - 18.423723 (40°0'2''N 18°25'25''E)

Marina di Andrano

La Marina di Andrano si estende per una lunghezza di circa 3 km, con tratti di scogliera che si alternano a piccole spiagge all'interno di insenature naturali. Le principali spiagge in questo tratto di costa sono:

- La spiaggia La Botte, lunga porzione costiera caratterizzata da una sabbia fine ed acque limpide.

- La spiaggia di Marina della Torre ha due punti di balneazione: Il Fiume, così chiamato per la presenza di una sorgente di acqua dolce e, la Grotta Verde, cavità marina che riflettendo la luce del sole nel mare, assume un colore smeraldo, da cui il nome.

- Acqua Viva è insenatura costiera con sorgenti di acqua dolce.

  • Tipo di costa: 20% sabbiosa - 80% scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Comune appartenenza: Andrano
  • Coordinate Lat-Long: 39.971096 - 18.406728 (39°58'15''N 18°24'24''E)

Marina di Tricase

Lungo la Marina di Tricase di trova il centro abitato di Tricase Porto, il quale è delimitato, a sud, dal rione di Marina Serra e, a nord, dal un promontorio su cui si eleva la Torre del Sasso. Marina Serra è caratterizzata da una costa alta e rocciosa, con scogli a strapiombo sul mare. Lungo la costa si trovano piccole insenature e grotte molto suggestive, spesso solo accessibili via mare. Si trovano qui anche due piccoli porti, di due diversi periodi storici. La Torre del Sasso, situata su di un'altezza a 116 metri sopra il livello del mare, fu edificata, come tutte le altre torri del Salento, per proteggere la costa dagli attacchi dei turchi e dei saraceni.

  • Tipo di costa: prevalentemente scogliera con qualche tratto sabbioso
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso difficile
  • Comune appartenenza: Tricase
  • Coordinate Lat-Long: 39.930022 - 18.394680 (39°55'48''N 18°23'40''E)

Novaglie

La costa di Novaglie è caratterizzata da una bassa scogliera, nella quale è stato ricavato anche un caratteristico porticciolo. Questo tratto di costa è ricco di grotte naturali di grande interesse:

La Grotta Azzurra. È così chiamata per la caratteristica colorazione delle acque al suo interno. La grotta ha due ingressi ed è divisa in due parti da una barriera naturale di rocce.

La Grotta del Diavolo. Piccola grotta con una ristretta camera a ridosso della costa. Il nome deriva, probabilmente, dal fatto di essere molto buia, orientata contro il sole e con una camera che termina in un minuscolo inghiottitoio.

La Grotta di Porto Vecchio. È una piccola grotta con un ripiano erboso al di sopra del vano principale.

Le Grotte delle Cipolliane. Si tratta di un complesso di due grotte dalla particolare caratteristica di essere posizionate una a livello del mare e l'altra sovrapposta, queste sono:

- La Grotta del Presepe, così chiamata perchÉ il vano superiore evoca la grotta di un presepe.

- La Grotta dell'Elefante, così chiamata a causa di una formazione rocciosa simile ad un elefante.

  • Tipo di costa: scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Coordinate Lat-Long: 39.862382 - 18.391971 (39°51'44''N 18°23'31''E)

Santa Maria di Leuca

Santa Maria di Leuca si trova all'estremo sud della Puglia. È una zona con grandi bellezze paesaggistiche parte del Parco Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase.

Tra le bellezze presenti a Leuca si può ammirare una torre costiera del cinquecento, nota come Torre dell'Omomorto, a seguito delle ossa umane che furono rinvenute al suo interno.

Sulla Costa est di Santa Maria di Leuca si possono visitare delle grotte molto interessanti, tra cui:

La Grotta di Terradico. Chiamata anche grotta degli Indiani per la sua forma triangolare, che ricorda appunto una tenda.

La Grotta di Ortocupo. Si può accedere a questa grotta solo per via sottomarina. La porzione più interna è chiamata 'Grotta del Soffio', per gli spruzzi d'acqua che emana.

La Grotta delle Vore. Sono in realtà due grotte di diversa grandezza, in cui, a mare calmo, si può accedere per oltre 60 metri. Il nome è dato da un foro situato sulla parte superiore della grotta.

La Grotta delle Giole. Questa grotta è anche chiamata Bocca di Pozzo o Grotta Grande del Ciolo, ha una estensione di circa 120 metri di lunghezza con numerose ambienti al suo interno.

  • Tipo di costa: scogliera
  • Servizi: Si
  • Accessibilità disabili: accesso possibile ma nessun servizio particolare
  • Coordinate Lat-Long: 39.796353 - 18.356695 (39°47'46''N 18°21'24''E)

 

Luoghi da visitare vicino alla costa adriatica

Ostuni, Puglia

Ostuni

Otranto, Puglia

Otranto

Brindisi, Puglia

Brindisi