PugliaUn luogo da scoprire e da gustare

Conversano

 

 

La città di Conversano fu fondata dall'antica popolazione dei Peuceti che vissero nel territorio centrale della Puglia a partire dal VII secolo a.C. La città era conosciuta, al tempo, come Norba, che significa 'città fortificata', ed era una città fiorente nel commercio grazie alla sua posizione strategica. Tra i resti dell'antica Norba si possono ammirare le mura megalitiche situate in vari punti della città: all'interno del castello, in piazza XX settembre e di fronte a via Signorella.

Durante il periodo medioevale, dopo un lungo periodo di dominazione Romana, Conversano fu occupata dai Bizantini e dai Longobardi, questi ultimi, nel VII secolo, costruirono delle ampie fortificazioni.

Durante la dominazione Normanna la città fu pregiata del titolo di “Contea” grazie al Normanno Geoffrey figlio di Robert Guiscard.

Nel 1508 Conversano venne acquistata dalla famiglia Acquaviva di Aragona che la possedettero fino al 1806.

 

Cosa visitare

Il Castello

Il Castello di Conversano, situato nel punto più alto della città, fu costruito in epoca Normanna. Oggi, dell'originale maniero, si possono osservare la Torre Maestra, di forma quadrata, ed un affresco, situato sulla volta dell'ingresso, che raffigura i santi Cosma e Damiano.

Alla originale costruzione fu aggiunto nel XIV secolo una torre tonda e, nel 1460, una bastione poligonale. Al XVIII secolo risalgono, invece, l'entrata principale, le mura e la galleria.

Molti degli ambienti interni sono stati riccamente decorati da artisti come Paolo Domenico Finoglio.

All'interno del Castello di Conversano, precisamente nei locali dell'Antica Galleria dei conti Acquaviva, si trova la Pinacoteca Paolo Domenico Finoglio, e, al secondo piano del castello, la Pinacoteca Netti.

La Cattedrale

La costruzione della cattedrale di Conversano iniziò nell'XI secolo e terminò nel XIV secolo, con i lavori finali della facciata, il rosone ed il portale riccamente intagliato.

L'interno è a forma di T con due absidi laterali, mentre le navate sono caratterizzate da matronei, che sono delle gallerie sovrastanti anticamente costruite per sistemare persone che, per diversi motivi, non volevano entrare nella chiesa principale sottostante.

In questa chiesa si trova l'icona della Madonna della Fonte, protettore della città.

Chiesa e Monastero di San Benedetto

Il Monastero di San Benedetto e l'annessa chiesa furono costruiti nel XI secolo. Fu originariamente la sede dei monaci, che l'abbandonarono dopo il declino degli Svevi, ed occupata, nuovamente, nel 1266 dalle monache Benedettine.

Il convento ha due chiostri: uno costruito tra il XVII ed il XVIII secolo, l'altro nel Medioevo. Quest'ultimo venne costruito in stile romanico, in particolare le finestre, che vennero decorate con splendidi capitelli con intagli raffiguranti animali, piante e frutti.

La chiesa venne costruita nel 1085 e, dopo varie trasformazioni, è diventata, oggi, una struttura di stile Barocco. L'interno presenta una navata centrale e due laterali. Si possono ammirare decorazioni barocche e due tele di Paolo Finoglio.

La torre campanaria, costruita nel 1655, è più alta di quella della cattedrale a simboleggiare lo status superiore delle suore Benedettine rispetto al vescovo locale.

Chiesa dei Santi Medici Cosma e Damiano

Questa chiesa, costruita nel 1639 per volere di Giangirolamo II di Acquaviva, è un importante esempio del barocco napoletano in Puglia.

Molto interessanti sono le decorazioni e gli affreschi situati all'interno, sia sulle mura laterali che sulle volte, opera di pittori quali Paolo Domenico Finoglio, Cesare Fracanzano e Carlo Rosa.

 

Ufficio turistico di Conversano

+39 080 495 6517
Corso San Domenico Morea

 

Paesi della Puglia